Pubblicato da: IdV | gennaio 17, 2008

SAN CATALDO: FORZA ITALIA ASSOLVE IL SINDACO E ACCUSA L’ATO

RIFIUTI A SAN CATALDO, IL COORDINATORE DI FORZA ITALIA CRITICA I VERTICI DELL’ATO AMBIENTE
«Comportamento irresponsabile per danneggiare la Giunta»
San Cataldo.  Filippo Vullo, coordinatore cittadino di Forza Italia, interviene sulla questione rifiuti e in una nota afferma: «Ancora una volta ci tocca denunciare le malefatte dell’Ato CL1 in merito alla mancata raccolta dei rifiuti nella nostra città. E’ vergognoso ed ignobile quello che si sta perpetrando nei confronti della cittadina sancataldese da parte della gestione attiva della società d’ambito. Se è vero che la quasi totalità dei cittadini sancataldesi non ha effettuato il versamento della prima rata Tarsu del 2007, lo stesso risulta che anche in tutti gli altri comuni facenti parte dell’Ato CL1 i cittadini non hanno effettuato il versamento della prima rata, ma risulta che negli altri comuni la società d’ambito non si sta comportando alla stessa maniera, anzi, come è giusto che sia, effettua la raccolta dei rifiuti.

Il tutto è effettuato solo per fatti di natura politica che vogliamo denunciare: l’amministrazione attiva dell’Ato CL1 si comporta in tale maniera, irresponsabile e di parte, al solo scopo di mettere in cattiva luce l’amministrazione comunale, che non ha nessuna responsabilità giuridica in merito alla raccolta dei rifiuti».
«Il Comune di San Cataldo – aggiunge Vullo – è socio dell’Ato CL1 per circa il 15% del capitale sociale ed è il terzo comune in termini di partecipazione e si vede bistrattato: è una vergogna ed una mancanza di rispetto nei confronti di tutti i cittadini sancataldesi. L’Ato CL1 invia un solo autocompattatore a pulire la nostra città, anziché inviarne 7, così come ci spetta, e ciò succede perche la società d’ambito è inadempiente nei confronti di gran parte dei fornitori e non trova alcuno che dia fiducia al fine di effettuare le necessarie riparazioni e manutenzioni agli autocompattatori. Il fatto grave è che i due enti maggioritari (Comune di Caltanissetta e Provincia regionale, ambedue guidati dal centro-sinistra) non decidono sulla sfiducia da dare all’Amministrazione dell’Ato CL1. Anzi la Provincia aveva promesso che sarebbe intervenuta a favore di tutti i Comuni, dopo che avevamo denunciato il “soccorso rosso” a favore dell’amministrazione comunale di Caltanissetta, ma a tutt’oggi l’Ap è muta come un pesce, anzi, possibilmente è complice dell’Ato CL1 al fine di boicottare la città di San Cataldo. A San Cataldo stiamo arrivando ad una situazione tipo Napoli, ma per esclusiva colpa dell’Amministrazione dell’Ato CL1».

[Tratto dal quotidiano La Sicilia” del 17.01.2008]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: